Ambiti di intervento

Formazione e intervento strategico nei contesti educativi

Connotato in maniera fortemente pragmatica, l’approccio strategico rappresenta una prospettiva decisamente innovativa e “rivoluzionaria” rispetto alle convenzionali forme di intervento anche in ambito scolastico ed educativo.

Negli ultimi anni, l’applicazione del modello strategico ai contesti educativi e scolastici ha prodotto interessanti approfondimenti che hanno consentito di mettere a punto specifici protocolli per risolvere alcune delle più frequenti problematiche che si manifestano in tali contesti.

Grazie alla collaborazione di insegnanti appartenenti a scuole di diverso ordine e grado, i ricercatori del Centro di Terapia Strategica hanno realizzato ricerche-intervento e costruito protocolli mirati per problemi dell’infanzia (come per esempio il disturbo da deficit dell’attenzione con iperattività, il disturbo oppositivo-provocatorio, il mutismo selettivo, il disturbo da evitamento, conflitto, aggressività e litigi tra allievi) e per quelli più specifici dell’adolescenza (ansia da prestazione, fobia sociale, disturbo da isolamento).

Da alcuni anni il Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal Prof. Giorgio Nardone, dispone di un gruppo di professionisti specializzati nell’utilizzo delle tecniche di comunicazione e problem solving nei contesti educativi. Per tutti coloro che operano nei contesti educativi e scolastici il Centro è in grado di fornire interventi di:

  • Consulenza per la risoluzione di problemi specifici, comunicativi e relazionali all’interno della classe o dell’équipe di lavoro;
  • supervisione a singoli e a gruppi di lavoro su tematiche specifiche, orientando l’intervento alla risoluzione dei problemi;
  • formazione e aggiornamento attraverso moduli specifici, adatti alle diverse figure professionali.